Mapa del sitio

Informazioni

Incentivi all'assunzione

Gli incentivi all'assunzione

La guida a tutti gli incentivi in favore delle imprese per l’assunzione di giovani, donne, percettori di sostegno al reddito, over 50 e altre categorie di lavoratori


PRINCIPI GENERALI

La fruizione, da parte dei datori di lavoro, dei benefici normativi e contributivi in materia di lavoro, è subordinata al rispetto degli accordi e contratti collettivi nazionali, territoriali o aziendali e al possesso della regolarità contributiva attestata dal Durc (documento unico di regolarità contributiva).

Gli incentivi all’assunzione non spettano se:

  • l’assunzione avviene in attuazione di un obbligo di legge o di contrattazione collettiva;
  • l’assunzione viola il diritto di precedenza alla riassunzione di altro lavoratore licenziato da un rapporto a tempo indeterminato o cessato da un rapporto a termine;
  • il datore di lavoro ha in atto sospensioni dal lavoro connesse a crisi o riorganizzazione aziendale (salvo i casi in cui l’assunzione avvenga per professionalità diverse da quelle dei lavoratori sospesi o sia effettuata in unità produttive distinte da quelle interessate dalla sospensione dal lavoro);
  • l’assunzione si riferisce a lavoratori che siano stati licenziati nei sei mesi precedenti da un datore di lavoro che, al momento del licenziamento, presenti assetti proprietari sostanzialmente coincidenti con quelli del datore di lavoro che assume ovvero risulti con quest’ultimo in rapporto di collegamento o controllo.


Molte agevolazioni richiedono il rispetto dei limiti previsti dalla cosiddetta regola del “de minimis” (200 mila euro di ”aiuti pubblici” nell’arco di 3 esercizi finanziari) con riguardo al concetto di impresa unica.

 

INCENTIVO OCCUPAZIONE GIOVANI UNDER 36

L’incentivo si applica ai datori di lavoro privati che assumono giovani con contratto di lavoro a tempo indeterminato (anche part time o tramite trasformazione di un contratto a termine) e consiste in uno sgravio contributivo fino a un massimo di 8.000 euro l'anno.

L'incentivo spetta per assunzioni effettuate tra il 1° gennaio 2023 e il 31 dicembre 2023 di lavoratori che non abbiano compiuto i 36 anni di età e che non siano mai stati occupati a tempo indeterminato presso il medesimo o altro datore di lavoro nel corso dell'intera vita lavorativa.

La misura dell'incentivo è pari al 100% della retribuzione mensile lorda imponibile ai fini previdenziali, nel limite massimo di 8.000 euro annui, parametrati su base mensile. La durata massima è di 36 mesi a partire dalla data di assunzione. Per assunzioni effettuate nelle regioni Abruzzo, Molise, Campania, Basilicata, Sicilia, Puglia, Calabria e Sardegna, il periodo massimo di fruizione è elevato a 48 mesi.

 

INCENTIVO OCCUPAZIONE GIOVANI UNDER 30

L’incentivo si applica ai datori di lavoro privati che, a partire dal 1° gennaio 2024, assumono giovani con contratto di lavoro a tempo indeterminato (anche tramite trasformazione di un contratto a termine) e consiste in uno sgravio contributivo fino a un massimo di 3.000 euro l'anno.

L'incentivo spetta per l’assunzione di lavoratori che non abbiano compiuto i 30 anni di età e che non siano mai stati occupati a tempo indeterminato presso il medesimo o altro datore di lavoro nel corso dell'intera vita lavorativa.

La misura dell'incentivo è pari al 50% della retribuzione mensile lorda imponibile ai fini previdenziali, nel limite massimo di 3.000 euro annui, parametrati su base mensile. La durata massima è di 36 mesi a partire dalla data di assunzione. 

 

INCENTIVO OCCUPAZIONE GIOVANILE (NEET)

L’incentivo si applica ai datori di lavoro privati che assumono giovani NEET di età compresa tra i 15 e i 29 anni con contratto di lavoro a tempo indeterminato o di apprendistato professionalizzante.

L'incentivo spetta per assunzioni effettuate tra il 1° giugno 2023 e il 31 dicembre 2023 di giovani che al momento dell’assunzione: non abbiano compiuto il 30° anno di età, non lavorino e non siano inseriti in percorsi di studio o formazione, siano registrati al Programma Garanzia Giovani (Iniziativa Occupazione Giovani).

La misura dell'incentivo è pari al 60% della retribuzione mensile lorda imponibile ai fini previdenziali, per una durata massima di 12 mesi. In caso di cumulo con altra misura, l’incentivo per assunzioni a tempo indeterminato è riconosciuto nella misura del 20% per ogni lavoratore NEET assunto.

 

INCENTIVO OCCUPAZIONE DONNE SVANTAGGIATE

L’incentivo si applica ai datori di lavoro privati che assumono donne in condizioni di svantaggio con contratto di lavoro a tempo indeterminato (anche tramite trasformazione di un contratto a termine) e consiste in uno sgravio contributivo fino a un massimo di 6.000 euro l'anno.

In particolare, l'incentivo spetta per assunzioni di donne prive di impiego regolarmente retribuito da almeno 6 o 24 mesi (in base a criteri di residenza, professione o settore economico) o donne di età non inferiore a 50 anni e disoccupate da oltre 12 mesi per assunzioni effettuate tra il 1° gennaio 2023 e il 31 dicembre 2023.

La misura dell'incentivo è pari al 100% dei contributi previdenziali dovuti fino a un massimo di 8.000 euro annui, parametrati su base mensile. L'esonero compete per un periodo di 18 mesi in caso di assunzione o trasformazione a tempo indeterminato di un precedente contratto a termine e di 12 mesi in caso di assunzione a tempo determinato (anche in caso di proroga del rapporto di lavoro).

 

INCENTIVO OCCUPAZIONE OVER 50

L’incentivo si applica ai datori di lavoro privati che assumono lavoratori con almeno 50 anni di età con contratto di lavoro a tempo indeterminato o determinato.

L'incentivo spetta per l’assunzione di lavoratori disoccupati da almeno 12 mesi e consiste in un esonero contributivo pari al 50% della retribuzione mensile lorda imponibile ai fini previdenziali, per una durata massima di 18 mesi in caso di assunzione a tempo indeterminato o trasformazione di rapporti a termine e di 12 mesi in caso di assunzione a tempo determinato.

 

INCENTIVO PERCETTORI MISURE DI INCLUSIONE

L’incentivo si applica ai datori di lavoro privati, Agenzie per il Lavoro o intermediari che assumono i beneficiari di Assegno di inclusione con contratto di lavoro a tempo indeterminato, determinato (anche stagionale) o di apprendistato. L’incentivo si applica anche agli stessi beneficiari che avviano attività in proprio.

La misura dell'incentivo è pari al 100% dei complessivi contributi previdenziali a carico dei datori di lavoro, nel limite massimo di 8.000 euro annui, parametrati su base mensile, e per una durata pari a 12 mesi, in caso di assunzione a tempo indeterminato. Per assunzioni a tempo determinato l’incentivo è pari al 50% dei contributi dovuti, per un massimo di 4.000 euro e una durata di 12 mesi.

Alle Agenzie per il Lavoro sono riconosciuti, per ogni lavoratore assunto a seguito di specifica attività, un massimo di 2.400 euro per ogni contratto di lavoro a tempo indeterminato, anche in apprendistato o a scopo di somministrazione, e di 1.200 euro per ogni contratto di lavoro a tempo determinato o stagionale.

Al beneficiario dell’Assegno di Inclusione che avvia una professione o avvia una attività anche in forma cooperativa, è riconosciuto un contributo pari a 500 euro per un massimo di 6 mensilità, nel limite di euro 3.000 euro. 

 

INCENTIVO LAVORATORI DETENUTI O INTERNATI

La Legge Smuraglia (legge 22 giugno 2000, n. 193 e successive) prevede sgravi fiscali e contributivi in favore dei datori di lavoro che assumono lavoratori detenuti o internati.

In particolare, sono previsti un credito d'imposta fino a 520 euro per ogni lavoratore detenuto o internato, anche ammesso al lavoro esterno, assunto per un periodo non inferiore a 30 giorni e una riduzione del 95% delle aliquote per l'assicurazione obbligatoria previdenziale e assistenziale.

Per poter fruire dei benefici, l’impresa dovrà stipulare un’apposita convenzione con la Direzione dell’Istituto Penitenziario di competenza entro il 31 ottobre dell’anno precedente a quello in cui intende fruire degli sgravi.

Per maggiori informazioni è possibile consultare l'infografica disponibile in allegato.

 

Per maggiori informazioni e per conoscere tutte le altre agevolazioni all’assunzione in vigore è possibile consultare la scheda informativa di ClicLavoro Veneto, il portale dedicato del Ministero delle Imprese del Made in Italy www.incentivi.gov.it e le Guide agli incentivi predisposte dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e da Anpal Servizi.