Archivio notizie

Pubblicato il 14.07.2021

Il Lavoro che cambia: percorsi per il rafforzamento delle competenze dei lavoratori delle filiere del Veneto

Dalla Regione un bando da 2 milioni di euro a sostegno del capitale umano delle imprese venete del Made in Italy

 

Favorire l’occupabilità dei lavoratori interessati da ammortizzatori sociali e occupati nelle imprese del comparto manifatturiero del Made in Italy: è questo l’obiettivo del bando, promosso dalla Regione del Veneto, "Il Lavoro che cambia: percorsi per il rafforzamento delle competenze dei lavoratori delle filiere del Veneto”.

Il bando finanzia la realizzazione di interventi di politiche del lavoro per i lavoratori e le imprese con una particolare attenzione ai contesti aziendali micro o piccoli, particolarmente vulnerabili per effetto della pandemia.

Nello specifico, l’iniziativa intende intervenire sui settori produttivi, le filiere e le imprese dell’occhialeria, del sistema moda (tessile, abbigliamento, moda), del calzaturiero e della concia, che si trovano in situazione di crisi conclamata o prevista promuovendo l’aggiornamento delle competenze dei lavoratori a rischio di disoccupazione, e stimolando allo stesso tempo le aziende ad avviare processi di innovazione e riorganizzazione industriale, con particolare attenzione all’individuazione e promozione di nuovi prodotti/servizi, all’adozione di nuove tecnologie, allo sviluppo di nuove competenze e alla ristrutturazione di processi e sistemi produttivi, con l’obiettivo di sostenere la ripresa e la competitività delle imprese venete e delle filiere nel loro complesso.

L’iniziativa mira inoltre a sostenere i lavoratori delle filiere coinvolte che attraverso lo strumento del Workers Buyout garantiscono continuità all’attività d’impresa colpita da situazioni di crisi o che presenta problematiche riferite al ricambio generazionale. Le proposte progettuali possono essere presentate dagli enti accreditati alla Formazione Continua e dalle imprese private delle filiere/settori indicati - oppure di altre filiere/settori purché abbiano aderito a un Accordo di filiera/settore - in partenariato con gli enti accreditati ai Servizi al lavoro e con altre imprese ed eventuali partner di rete.

Due le linee d’intervento previste:

  • LINEA 1 “Il Lavoro che cambia”: progetti per il mantenimento dei posti di lavoro attraverso lo sviluppo delle competenze dei lavoratori delle imprese delle filiere/settori previsti dal bando, basati sul rafforzamento delle competenze dei propri lavoratori sospesi, per meglio rispondere alle esigenze strategiche aziendali;
  • LINEA 2 “Workers buyout (WBO)”: progetti finalizzati a supportare i lavoratori coinvolti nei percorsi di WBO già avviati per garantire continuità all’impresa colpita da situazioni di crisi o che presenta problematiche riferite al ricambio generazionale.


Le risorse finanziarie ammontano complessivamente a 2 milioni di euro. Le proposte progettuali relative alla LINEA 1 “Il Lavoro che cambia” possono essere presentate con modalità a sportello entro il 30 settembre 2021 sulla base del seguente calendario:

  • sportello 1: 10 - 31 maggio 2021
  • sportello 2: 1 luglio – 2 agosto 2021
  • sportello 3: 1 - 30 settembre 2021. 


Le proposte progettuali relative alla LINEA 2 “Workers buyout WBO” possono essere presentate entro il 2 novembre 2021 fino ad esaurimento delle risorse disponibili.

Maggiori informazioni sulle modalità di partecipazione sono disponibili nel bando, e relativi allegati, pubblicato sul Bollettino Regionale della Regione del Veneto.

 

Informazioni

Informazioni

Banner Regione Veneto

Banner Fondo Sociale Europeo