Informazioni Informazioni

Move 4.0

Move 4.0

Formazione linguistica per gli studenti 

A partire dal 2013, la Regione del Veneto ha inteso investire sulla formazione linguistica degli studenti iscritti al 3° e 4° anno di tutti gli indirizzi di studio della scuola secondaria di II grado e dei percorsi di IeFP (Istruzione e Formazione Professionale).

Le prime due iniziative, denominate rispettivamente “Move for the Future” (DGR n. 2018/2013) e Move 2.0 (DGR n. 148/2015), hanno coinvolto complessivamente circa 6.500 studenti, distribuiti in 261 progetti, per una spesa di circa 16 milioni di euro.



Il modello didattico adottato si è articolato in percorsi formativi di 120-160 ore, di cui la metà svolti in 2 settimane di permanenza in uno degli Stati dell'Unione europea di riferimento linguistico.

“Move” è un modo pratico ed efficace di affrontare il gap tipicamente italiano nella conoscenza delle lingue straniere, ma soprattutto un sostegno reale a tutte le famiglie venete, i cui figli possono gratuitamente fruire di un soggiorno di studio all'estero e affinare le conoscenze della lingua straniera. L'iniziativa consente di dotare la futura forza lavoro di quelle competenze linguistiche essenziali e imprescindibili per favorire l'export veneto, sostenere il rilancio del sistema produttivo e avviare un nuovo ciclo occupazionale delle fasce giovanili.

Con “Move” gli studenti possono acquisire crediti scolastici spendibili in occasione dell'esame di maturità, ma anche una certificazione circa la conoscenza di una lingua straniera, nell'ambito del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le Lingue (QCER), spendibile per l'accesso agli studi universitari. 

Move 4.0

Con DGR n. 1866 del 25/11/2016 è stato approvato il nuovo bando “Move 4.0”, con una dotazione finanziaria di 5.200.000 euro. Il bando limita la durata a 100 ore di corso complessive, di cui 40 da realizzare presso la scuola proponente e 60 ore presso il centro formativo.

La lingua scelta può essere l’inglese o il tedesco e quindi il soggiorno presso una scuola estera si può svolgere in Irlanda, Malta, Regno Unito, Germania e Austria. Fanno eccezione i licei linguistici che possono optare per il francese e lo spagnolo e quindi per la Francia o la Spagna, ma non per la lingua inglese.

Alla scadenza per la presentazione delle proposte, fissata al 31 gennaio 2017, sono pervenuti 219 progetti, dei quali 68 approvati, per un totale di 1972 studenti e 6800 ore di attività formativa. È previsto che i progetti si concludano entro il 31 dicembre 2017.