Archivio notizie Archivio notizie

Indietro

Report Decreto Dignità Veneto Lavoro 2019

Lavoro: boom di trasformazioni in Veneto, incide il Decreto Dignità

Nel report di Veneto Lavoro l’analisi degli effetti delle nuove regole sul lavoro a termine

Prosegue la crescita dell’occupazione stabile in Veneto, soprattutto per effetto delle trasformazioni contrattuali a tempo indeterminato, che nei primi sei mesi dell’anno sono aumentate del 66% rispetto allo stesso periodo del 2018, facendo registrare un totale di 42.300 trasformazioni. È quanto emerge dall’ultimo report di Veneto Lavoro sugli effetti del Decreto Dignità e sulle recenti dinamiche dell’occupazione stabile.

A incidere sull’incremento dei rapporti a tempo indeterminato osservato a cavallo tra il 2018 e il 2019 sono diversi fattori: gli incentivi all’assunzione di giovani under 36, il cosiddetto "effetto platea" generato dalla consistente quantità di contratti a tempo determinato registrati nei trimestri precedenti, dei quali le trasformazioni odierne sono una fisiologica conseguenza, ma anche appunto la norma, diventata operativa nel novembre scorso, che ha introdotto importanti novità in materia di lavoro a termine. Tra queste, la riduzione della durata massima dei contratti a tempo determinato da 36 a 24 mesi e del numero massimo di proroghe previste (ridotte da 5 a 4), costi contributivi aggiuntivi dello 0,5% per ogni rinnovo e necessità della causale per contratti di durata superiore all’anno, proroghe comprese.

Per adattarsi alle nuove regole le imprese hanno adottato diverse strategie, tra le quali appunto un minore ricorso ai contratti a tempo determinato e un incremento delle trasformazioni a tempo indeterminato. Ma non solo, i dati recenti evidenziano anche più rapporti di lavoro intermittente e di somministrazione a tempo indeterminato, più turnover tra lavoratori a termine e una maggiore attenzione da parte delle imprese a definire, dove possibile, i rapporti di lavoro a termine come “stagionali” (esonerati in quanto tali dai nuovi vincoli).

Se il decreto dignità possa avere effetti strutturali e duraturi sulla qualità del lavoro, ammoniscono i ricercatori di Veneto Lavoro, è però presto per dirlo, in quanto buona parte delle trasformazioni contrattuali osservate negli ultimi mesi sarebbero probabilmente avvenute comunque, seppure in tempi più dilatati.

Per consultare il report di Veneto Lavoro è possibile visitare la sezione dedicata alle pubblicazioni dell’Osservatorio Mercato del Lavoro del sito www.venetolavoro.it.


News News


    Informazioni Informazioni