Archivio notizie

Pubblicato il 17.11.2022

Lavoro: saldo negativo nel mese di ottobre ma crescono le stabilizzazioni

A ottobre 22 mila posti di lavoro in meno e assunzioni in calo del 4%, ma aumentano i contratti a tempo indeterminato


Prospettive occupazionali in attenuazione ma ancora positive per tutti i settori: è il questo il quadro del mercato del lavoro veneto che emerge dai dati della Bussola di Veneto Lavoro.

Il bilancio del 2022 recita infatti 49 mila posti di lavoro in più dall’inizio dell’anno e un aumento delle assunzioni pari al +16% rispetto al 2021, ma il mese di ottobre conferma i lievi segnali di rallentamento già osservati nel mese precedente. Il saldo mensile è infatti pari a 22 mila posti di lavoro in meno (erano -20 mila nel 2021), con un calo delle assunzioni del 4%. A fronte di una contrazione del lavoro a termine, continua però a crescere il tempo indeterminato, con 4.800 contratti in più nell’arco del mese e un aumento delle trasformazioni del +26%.

Il saldo mensile, condizionato dalla ciclicità stagionale del mercato del lavoro, è negativo in quasi tutte le province, con l’eccezione di Padova (+802) e Vicenza (+52). Quello euganeo è anche l’unico territorio che a ottobre, oltre a un saldo positivo, riporta anche una stabilità delle assunzioni, mentre nelle altre aree il volume di nuovi contratti è risultato inferiore rispetto a un anno fa.

Il settore più in difficoltà si conferma l’agricoltura, tra i pochi a registrare nel corso dell’anno una flessione della domanda di lavoro (-5,6%). Crescono invece industria (+15% con un saldo di +19.700 posti di lavoro) e servizi (+22% con 21.500 posti in più). In particolare, l’industria chimica, plastica e farmaceutica fa registrare un +25%, il metalmeccanico +18%, il made in Italy +17%, con andamenti particolarmente positivi nelle calzature, occhialeria e concia, mentre tra i servizi a fare da traino sono sempre servizi turistici (+37% nel 2022) e commercio (+24%).

Al 31 ottobre, i disoccupati iscritti ai Centri per l'impiego del Veneto sono 306 mila, 113 mila i nuovi ingressi in disoccupazione registrati nel corso del 2022.

Tutti i dati sull’andamento del mercato del lavoro veneto sono disponibili nella Bussola di Veneto Lavoro alla pagina www.venetolavoro.it/bussola.

 

Informazioni

Informazioni

Banner Regione Veneto

Banner Fondo Sociale Europeo