Archivio notizie

Pubblicato il 19.02.2021

Lavori di pubblica utilità: nuovi contributi per l’inserimento lavorativo dei disoccupati

La Regione finanzia i progetti proposti dai Comuni in collaborazione con gli enti accreditati per i Servizi al Lavoro


La Regione del Veneto ha approvato il bando 2021 per la presentazione di progetti per lavori di pubblica utilità e cittadinanza attiva finalizzati all’inserimento lavorativo temporaneo di persone disoccupate. 

I progetti possono essere presentati da partenariati di tipo pubblico-privato composti da uno o più Comuni e da uno o più enti accreditati, o in fase di accreditamento, per i Servizi al Lavoro e prevedere esperienze di lavoro attinenti a servizi di competenza comunale a beneficio dei cittadini, come ad esempio servizi bibliotecari, servizi ambientali o custodia e vigilanza

Inoltre, devono essere destinati a persone con più di 30 anni di età che sono svantaggiate e a rischio di esclusione sociale e povertà, con residenza o domicilio temporaneo in un Comune del Veneto, in particolare:

  • privi o sprovvisti della copertura degli ammortizzatori sociali o di trattamento pensionistico, iscritti al Centro per l'impiego, alla ricerca di nuova occupazione da più di 12 mesi;
  • persone con disabilità o vittime di violenza o grave sfruttamento e a rischio di discriminazione, beneficiari di protezione internazionale, sussidiaria ed umanitaria, altri soggetti presi in carico dai servizi sociali, a prescindere dalla durata della disoccupazione.


Gli interventi possono essere rivolti anche a coloro che:

  • hanno partecipato alle attività di "Pubblica Utilità e Cittadinanza Attiva. Progetti per l'inserimento lavorativo temporaneo di disoccupati privi di tutele - Anno 2019". 
  • percepiscono il Reddito di Cittadinanza. 


Il contributo regionale è pari a un massimo di 6.000 per ogni lavoratore assunto, per una durata massima di 6 mesi e con un impegno orario settimanale minimo di 20 ore. Il finanziamento regionale deve essere integrato obbligatoriamente dal soggetto proponente con una somma aggiuntiva del 35% (pari a 2.100 euro). 

I progetti devono essere presentati entro il 12 marzo 2021 attraverso la piattaforma telematica SIU, secondo le modalità indicate nel bando pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione della Regione del Veneto, bur.regione.veneto.it

Informazioni

Informazioni

Banner Regione Veneto

Banner Fondo Sociale Europeo