Informazioni Informazioni

La classificazione delle professioni dell’ISTAT

La classificazione delle professioni dell'ISTAT

La descrizione delle figure professionali in Italia secondo la classificazione delle professioni elaborata dall'Istat

Per conoscere la descrizione delle varie figure professionali che popolano il mercato del lavoro italiano, è possibile ricorrere alla classificazione delle professioni CP2011.

Tale classificazione è stata adottata dall'ISTAT nel 2011 e riprende il formato della Nomenclatura delle Unità Professionali (NUP06), elaborata nel 2006 in partnership con l'Isfol.
professioni istat
L'obiettivo della CP2011 è duplice: da un lato intende ricondurre tutte le professioni presenti nel mercato del lavoro ad un numero limitato di raggruppamenti professionali grazie al concetto di competenza; dall'altro ha lo scopo di fornire informazioni preziose sulle caratteristiche di ogni profilo professionale.

La classificazione prevede 5 livelli di aggregazione di professioni di tipo gerarchico: si va dal primo livello, quello più generico, al quinto, che contempla 800 unità professionali.

Ogni unità professionale è un insieme di professioni omogenee rispetto a conoscenze, competenze, abilità ed attività lavorative. Ciascuna unità professionale è identificata da un codice a 5 cifre ed è accompagnata da un elenco di professioni - dette voci professionali - che fungono da esempio senza pretendere di essere esaustive.

Ad esempio l'unità professionale "Tecnici programmatori" (codice 3.1.2.1.0) ha come voci professionali "programmatore informatico" e "tecnico specialista di linguaggi di programmazione".

Accedendo alla sezione apposita sul sito dell'Istat, www.istat.it è possibile ricercare le professioni presenti nella CP2011 e consultare per ciascuna una breve descrizione. 

Per conoscere invece competenze e abilità proprie delle figure professionali presenti nel mercato del lavoro veneto, consulta le Informazioni sulle professioni.