Informazioni Informazioni

Incentivo assunzione Reddito Cittadinanza

Assumere i beneficiari del Reddito di cittadinanza

Gli incentivi previsti per l'assunzione con contratto a tempo indeterminato dei beneficiari del Rdc

I datori di lavoro che assumono con contratto di lavoro subordinato a tempo pieno e indeterminato i beneficiari del Reddito di cittadinanza possono usufruire dell’esonero dal versamento dei contributi previdenziali e assistenziali a carico del datore di lavoro e del lavoratore, ad esclusione dei premi e contributi Inail, per un importo pari ai mesi di Rdc non fruito dal lavoratore e, comunque, entro il tetto mensile di 780 euro. L’importo esatto del beneficio viene determinato dall’Inps, a seguito della domanda di sgravio.

L’incentivo è riconosciuto a tutti i datori di lavoro privati, compresi quelli del settore agricolo, che abbiano provveduto a comunicare le disponibilità di posti vacanti sulla piattaforma digitale dedicata dell’Anpal.

La durata dell’incentivo varia in funzione del periodo di fruizione del Rdc già goduto dal lavoratore ed è pari alla differenza tra 18 mensilità e le mensilità fruite dal beneficiario, con un minimo di 5 mensilità. Se il Reddito è oggetto di rinnovo, la durata dell’incentivo è fissata a 5 mensilità. Nel caso di licenziamento del lavoratore beneficiario del Rdc entro 36 mesi dall’assunzione, ad eccezione di giusta causa o giustificato motivo, il datore di lavoro è tenuto alla restituzione di quanto fruito, maggiorato di determinate sanzioni civili.

Per poter accedere all’agevolazione, il datore di lavoro deve utilizzare esclusivamente il modulo “SRDC – Sgravio Reddito di Cittadinanza” e inoltrarlo per via telematica attraverso la sezione Portale Agevolazioni del sito dell’Inps. Le modalità di presentazione della domanda sono indicate in dettaglio nel messaggio Inps n. 4099/2019.

Una volta ricevuta la domanda, l’Inps provvederà a verificare la sussistenza dei requisiti e, in caso di esito positivo, a comunicare al datore di lavoro l’avvenuto accoglimento della domanda, insieme all’importo e alla durata del beneficio.

Nel caso in cui l’assunzione riguardi un’attività lavorativa coerente con un percorso formativo svolto dal beneficiario nell’ambito del Rdc, l’ente di formazione accreditato che ha erogato il servizio e il datore di lavoro che assume il beneficiario dividono l’importo dell’incentivo in parti uguali, con un tetto mensile pari a 390 euro ciascuno.

Per maggiori informazioni è possibile consultare la pagina dedicata del sito dell’Inps, www.inps.it, o il portale www.redditodicittadinanza.gov.it.

Infografica incentivo Reddito di Cittadinanza - ClicLavoro Veneto