Informazioni Informazioni

Il progetto formativo

Il progetto formativo

La compilazione del progetto formativo, essendo oggetto di una Comunicazione Obbligatoria che il soggetto promotore ha l’obbligo di effettuare agli organi competenti, può avvenire direttamente attraverso l’applicativo CO Veneto, oppure può essere preventivamente compilato utilizzando il modello disponibile sul sito della Regione del Veneto per poi essere comunicato tramite l’applicativo in un secondo momento, prima dell’avvio del tirocinio.

Essendo un documento predisposto in accordo con il tutor aziendale, entrambe le modalità permettono una condivisione del documento preventiva all’invio formale della Comunicazione Obbligatoria.

L’applicativo CO Veneto consente infatti una precompilazione del progetto formativo che può essere effettuata anche dal soggetto ospitante con il proprio account. Sarà comunque responsabilità del soggetto promotore l’invio formale della Comunicazione attraverso il proprio account.

Informazioni dettagliate sull’utilizzo dell’applicativo CO Veneto per la compilazione del progetto formativo sono disponibili nel manuale “CO Veneto” al cap. 5 "Progetto formativo e avvio tirocini".

In merito alla compilazione del progetto formativo, è necessario prestare particolare attenzione al quadro D “Soggetto ospitante” poiché contiene le informazioni utili alla definizione del numero di tirocini ospitabili, e al quadro H “Obiettivi e contenuti formativi del tirocinio”, determinante per quanto riguarda la valenza formativa dell’esperienza, e che consente sia la valutazione in itinere e finale, sia la compilazione del Dossier delle evidenze e dell’Attestato di tirocinio.

Per quanto riguarda il quadro D, le indicazioni riguardanti l’organico presente nella sede di svolgimento del tirocinio (con riferimento al numero di dipendenti a tempo indeterminato - esclusi gli apprendisti - e a tempo determinato che inizino prima dell’avvio del tirocinio e scadano dopo la conclusione dello stesso) determinano la possibilità di ospitare contemporaneamente:

  • 1 tirocinante se il datore di lavoro non ha dipendenti (liberi professionisti, piccoli imprenditori, ecc) o se nell’unità operativa vi sono tra 1 e 5 dipendenti;
  • 2 tirocinanti se nell’unità operativa vi sono tra 6 e 20 dipendenti;
  • 10% dei dipendenti se nell’unità operativa vi sono 21 o più dipendenti.


Per i datori di lavoro (esclusi quelli senza dipendenti) che negli ultimi 24 mesi hanno assunto tirocinanti al termine dello stage (con contratto di apprendistato o con contratto di lavoro subordinato della durata di almeno 6 mesi) è prevista la possibilità di ospitare tirocinanti oltre il limite, in base alla quota di assunzioni, come da schema seguente.



Il quadro H “Obiettivi e contenuti formativi del tirocinio” va compilato utilizzando le classificazioni del Repertorio di riferimento nazionale delle qualificazioni regionali (Atlante del Lavoro). Le singole tabelle necessarie per il progetto formativo sono consultabili nella sezione dedicata sul sito della Regione del Veneto.

Nel progetto va inserito inizialmente il Settore Economico Professionale (SEP) di riferimento dello stage. La Classificazione dei SEP include la Classificazione delle attività economiche ISTAT (ATECO 2007) e la Classificazione delle Professioni ISTAT 2011 ed è composta da 23 settori economici professionali più un’area comune che raccoglie tutte le attività lavorative trasversali (ad esempio l’amministrazione, il marketing, la comunicazione e le pubbliche relazioni, gli affari generali, la gestione delle risorse umane, ecc). È possibile inserire soltanto 1 SEP.

In seguito vanno inserite le aree di attività (ADA) e le relative attività che rappresentano nello specifico i compiti che il tirocinante sarà chiamato a svolgere durante la sua esperienza di lavoro. Possono essere inserite al massimo 2 ADA, mentre non vi sono limiti nell’inserimento delle specifiche attività. Per la scelta delle ADA e delle attività devono essere utilizzate le tabelle presenti nella pagina del sito della Regione sopra riportata. All’atto del caricamento del progetto formativo su CO Veneto, il sistema propone l’intera classificazione con la possibilità di cercare e selezionare SEP, ADA e attività di interesse.

Infine va specificata la professione di riferimento dalla Classificazione delle Professioni Istat 2011.

Di seguito la schermata di CO Veneto relativa alla scheda “Obiettivi e contenuti formativi del tirocinio” con un esempio di compilazione.



SEP, ADA, attività e figura professionale inseriti nel progetto formativo devono essere registrati anche nel dossier delle evidenze e nell’attestazione finale di tirocinio. Per ulteriori informazioni in merito alle classificazioni da utilizzare è possibile consultare il sito “Atlante del Lavoro e delle qualificazioni” a cura del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.