Archivio notizie Archivio notizie

Indietro

Seminario Veneto Welfare sulla previdenza complementare

Veneto Welfare: presente e futuro della previdenza complementare

In Veneto vi aderisce il 35% dei lavoratori, Regione del Veneto e Veneto Lavoro in campo con attività di informazione e sensibilizzazione

Solo un lavoratore su quattro in Italia aderisce alla previdenza complementare, anche a causa di una scarsa informazione e di una competenza finanziaria inadeguata che spesso non consente di cogliere i vantaggi e in molti casi la necessità di ricorrere al welfare integrativo per garantirsi un futuro sereno. È quanto emerso venerdì 8 febbraio a Venezia nel corso del seminario informativo promosso da Regione del Veneto e Veneto Lavoro, nell’ambito di Veneto Welfare, l’unità operativa regionale cui sono affidate le funzioni di promozione e sviluppo della previdenza complementare e di sistemi di welfare integrato in Veneto.

Obiettivo dell’incontro, moderato dal Direttore di Veneto Lavoro Tiziano Barone e che ha visto la partecipazione, tra gli altri, dell’Assessore regionale al lavoro Elena Donazzan e del Presidente del Cnel Tiziano Treu, era quello di favorire il confronto tra le parti economiche, sociali e istituzionali sulle varie forme della previdenza complementare, del welfare integrato e dei modelli di confronto interregionale.

Tema cruciale emerso nel corso della giornata è stato quello della necessità di informare e sensibilizzare l’opinione pubblica in materia, allo scopo di far aumentare il numero di adesioni alla previdenza complementare, che a livello nazionale hanno raggiunto quota 8,3 milioni. Il tasso di adesione è mediamente più elevato laddove l’offerta previdenziale è completata da iniziative di tipo territoriale: in Veneto si raggiunge il 30-35% sul totale dei lavoratori, anche grazie al fondo intercategoriale Solidarietà Veneto, che conta oggi oltre 86 mila lavoratori aderenti e 13 mila aziende associate. Ai vertici della graduatoria nazionale ci sono Trentino Alto Adige e Valle d’Aosta, dove la percentuale raggiunge il 40% di adesioni, soprattutto grazie a forme di autonomia che hanno permesso di attivare specifici fondi pensione territoriali.

Il seminario ha rappresentato anche il primo passo di un progetto che nei prossimi mesi vedrà l’interno territorio veneto coinvolto in un programma di eventi di sensibilizzazione al tema della previdenza complementare, che culmineranno in un “Welfare Day”, in programma l’11 aprile 2019 con 7 appuntamenti a livello provinciale e 52 in tutto il territorio regionale.

Tutte le informazioni su Veneto Welfare sono disponibili al sito dedicato www.venetowelfare.com.


News News


    Informazioni Informazioni