Archivio notizie

Pubblicato il 09.09.2020

Contributi per la tutela dei posti di lavoro: aiuti estesi a bar, ristoranti e altre categorie economiche

La Regione del Veneto ha ampliato l'elenco dei codici Ateco ammissibili alle richieste di contributo per il reintegro al lavoro dei dipendenti sospesi a causa dell'emergenza Covid-19


Fino al 2 ottobre 2020 le imprese del Veneto che reintegrano i dipendenti in cassa integrazione a causa dell'emergenza Covid-19 possono ottenere un contributo per il pagamento dello stipendio del lavoratore reintegrato, per un importo fino all'80% della retribuzione mensile lorda e un periodo compreso tra i 3 e i 6 mesi.

È quanto prevede la misura della Regione del Veneto per la riduzione del costo del lavoro e la tutela dell'occupazione nelle imprese venete dei settori particolarmente colpiti dalla pandemia, in particolare turismo e cultura.

Oltre ad alberghi, attività ricettive, editoria, agenzie di viaggio, attività culturali e le altre categorie economiche individuate inizialmente sulla base dei dati forniti dall'Osservatorio di Veneto Lavoro sull'impatto occupazionale della crisi, si aggiungono ora ristoranti, bar, taxi, imprese dello spettacolo e pubblici esercizi.

Nello specifico, l'elenco dei codici Ateco ammessi al contributo è stato ampliato alle seguenti attività economiche: 

  • 49.32.10          Trasporto con taxi
  • 49.32.20          Trasporto mediante noleggio di autovetture da rimessa con conducente
  • 56.29.10          Mense
  • 56.29.20          Catering continuativo su base contrattuale
  • 56.10               Ristoranti e attività di ristorazione mobile
  • 56.30               Bar e altri esercizi simili senza cucina
  • 90.03               Creazioni artistiche e letterarie
  • 90.04               Gestione di strutture artistiche
  • 93.29               Altre attività ricreative e di divertimento


La condizione indispensabile per accedere al contributo rimane quella che i lavoratori reintegrati siano stati assunti prima del 23 febbraio 2020 con contratto a tempo indeterminato o di apprendistato professionalizzante, abbiano beneficiato di ammortizzatori sociali con causale Covid-19 e, successivamente al reintegro, continuino a svolgere l’attività lavorativa durante tutto il periodo di validità del sostegno economico.

Le risorse ancora disponibili ammontano a oltre 30 milioni di euro. La scadenza per la presentazione delle domande è fissata al 2 ottobre 2020.

Per maggiori informazioni e per inviare le richieste di contributo consultare la sezione dedicata di ClicLavoro Veneto www.cliclavoroveneto.it/contributi-imprese.

 

  • Fonte: Redazione ClicLavoro Veneto

Informazioni

Informazioni

Banner Regione Veneto

Banner Fondo Sociale Europeo