Archivio notizie Archivio notizie

Indietro

Bussola mercato del lavoro dicembre 2019

Occupazione: pubblicata la Bussola di Veneto Lavoro con i dati del terzo trimestre 2019

La fine della stagione estiva determina un saldo trimestrale negativo, ma su base annua l’occupazione continua a crescere

La Bussola sul mercato del lavoro veneto, a cura dell'Osservatorio di Veneto Lavoro, presenta ogni tre mesi i principali indicatori occupazionali regionali.

Nel terzo trimestre 2019 l’occupazione ha confermato i segnali di rallentamento osservati nei mesi precedenti, ma la dinamica su base annua rimane positiva: tra ottobre 2018 e settembre 2019 si registrano infatti oltre 25 mila posti di lavoro dipendente in più.

Il saldo trimestrale è negativo per oltre 10 mila posti di lavoro dipendente e sebbene si tratti di un risultato atteso in un periodo dell’anno in cui giungono a conclusione i contratti stagionali, risulta peggiore rispetto a quello dello scorso anno (-7.000). A pesare è soprattutto il settore turistico, che perde oltre 22 mila posizioni lavorative, mentre all'opposto istruzione (+14.000) e agricoltura (+9.600) sono spinti rispettivamente dalle assunzioni del personale precario della scuola e dall’avvio della vendemmia autunnale.

A livello territoriale, la stagionalità incide soprattutto nelle province a maggiore vocazione turistica, quali Venezia (-21.100) e Belluno (-1.300) e un saldo negativo si registra anche a Rovigo (-700). Segno più, invece, a Padova (+2.300), Verona (+5.300), Vicenza (+500) e Treviso (+4.200), che risulta l’unica provincia con un saldo trimestrale migliore rispetto al 2018.

Continuano a crescere i contratti a tempo indeterminato, sia in termini di assunzioni (+10%) che soprattutto di trasformazioni (+23%), che garantiscono ormai il 40% degli accessi all’occupazione stabile. Anche in virtù dei recenti cambiamenti normativi (decreto dignità), da segnalare la significativa contrazione del lavoro somministrato, che registra 5.300 contratti in meno. Una diminuzione interamente attribuibile ai rapporti a tempo determinato e insufficientemente bilanciata dalle poche, seppure in aumento, assunzioni in somministrazione a tempo indeterminato (complessivamente 1.600 su 36.200 totali).

Per maggiori in informazioni è possibile consultare la sintesi grafica della Bussola di Veneto Lavoro, disponibile online nella Press Area di ClicLavoro Veneto.

  • Fonte: Redazione ClicLavoro Veneto

News News


    Informazioni Informazioni