Archivio notizie Archivio notizie

Indietro

Bonus assunzioni Reddito di cittadinanza

Imprese: al via l’incentivo per chi assume i beneficiari del Reddito di cittadinanza

Il bonus consiste nell’esonero dal versamento dei contributi previsti fino a un massimo di 780 euro mensili

I datori di lavoro che assumono i beneficiari del Reddito di cittadinanza, con contratto di lavoro subordinato a tempo pieno e indeterminato, possono usufruire dell’esonero dal versamento dei contributi previdenziali e assistenziali per un importo pari al valore del RdC per le mensilità non ancora fruite, nel limite massimo di 780 euro mensili.

Con la pubblicazione delle istruzioni operative e il rilascio del modulo di domanda da parte dell’Inps, è diventato pienamente operativo l’incentivo previsto dalla legge n. 26/2019 per favorire l’inserimento nel mercato del lavoro dei percettori del RdC.

Per poter usufruire dell’agevolazione, i datori di lavoro devono aver preliminarmente comunicato la disponibilità dei posti vacanti attraverso il sistema informativo dell’Anpal. Se l’assunzione avviene a seguito di un percorso formativo svolto presso un ente di formazione accreditato l’incentivo viene suddiviso a metà tra il datore di lavoro e l’ente stesso, fino a un massimo di 390 euro ciascuno.

La durata dell’incentivo varia in funzione del periodo di Reddito di Cittadinanza già goduto dal lavoratore assunto ed è pari alla differenza tra le 18 mensilità (la durata prevista di RdC) e quelle già fruite dal beneficiario al momento dell’assunzione, con un minimo di 5 mensilità. L’incentivo viene riconosciuto in base alla minor somma tra beneficio mensile del lavoratore, tetto dei 780 euro mensili e contributi previdenziali e assistenziali a carico del datore di lavoro e del lavoratore.

Per conoscere con esattezza l’ammontare e la durata dello sgravio, il datore di lavoro deve inoltrare una domanda di ammissione al bonus, utilizzando il modulo di richiesta “SRDC” disponibile sul Portale delle Agevolazioni del sito Inps. Una volta verificato il possesso dei requisiti richiesti, l’Inps comunicherà al datore di lavoro l’accoglimento della domanda, l’importo massimo del beneficio e la relativa durata. La fruizione del beneficio avviene mediante conguaglio in Uniemens e dovrà essere esposto nella sezione <Incentivo> della denuncia individuale con la causale RDCP, o RDCD nel caso di condivisione del beneficio con l’ente formativo.

Per maggiori informazioni sull’incentivo all’assunzione dei beneficiari del Reddito di cittadinanza è possibile consultare la scheda informativa dedicata di ClicLavoro Veneto.

  • Fonte: Redazione ClicLavoro Veneto

News News


    Informazioni Informazioni